Comune di Olbia

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Notizie dalla Città “Romania mon amour” dal 22 al 25 luglio al Museo

“Romania mon amour” dal 22 al 25 luglio al Museo

E-mail Stampa PDF
02-w140Dal 22 al 25 luglio il Museo di Olbia ospiterà la rassegna "Romania mon amour" organizzata da Gabriella Pascaru Bisi e Lucia Nigro con la loro società di comunicazione, Executive Events. Il progetto è mirato alla presentazione e promozione dell'immenso patrimonio culturale, storico e turistico della Romania.


02-w320Ma, tra gli obiettivi dell'iniziativa, c'è anche quello di favorire la cooperazione economica e lo scambio culturale mettendo in comunicazione gli enti pubblici e privati più rappresentativi di Olbia con la Romania. L'iniziativa, presentata nella sala conferenze dell'Hotel Doubletree by Hilton di Olbia, è patrocinata dall'ambasciata rumena in Italia e dal Comune di Olbia. Il programma della rassegna è molto interessante con una mostra collettiva di artisti rumeni e diversi appuntamenti culturali che animeranno la serata di giovedì 22 luglio, in occasione dell'apertura della rassegna. A cominciare dall'attesa relazione sui Cucuteni -Trypillya, una delle prime e più importanti manifestazioni della civiltà nel Vecchio Continente. Si vogliono infatti evidenziare i sorprendenti legami che, storicamente, uniscono la Sardegna e la Romania. Prevista l'esibizione di una concertista di fama mondiale, la flautista Oana Lianu e l'esposizione delle opere di due fotografi, due ceramisti, una scultrice e due sorelle proprietarie di una delle gallerie più importanti di Bucarest.


03-w320 Sono artigiani e artisti di altissimo livello, molto ricercati in Romania e alcuni conosciuti anche all'estero. Tra questi: Nicolae Cosniceru, considerato il miglior fotografo rumeno che, quest'anno, ha ottenuto uno dei massimi riconoscimenti a livello mondiale per le foto in bianco e nero. Giovedì prossimo, nei locali del Museo, a partire dalle ore 19.00, oltre al concerto di Oana Lianu, saranno presentate le mostre di pittura di Ana Petrovici Popescu, la galleria fotografica di Sever Petrovici Popescu e del suo maestro Nicolae Cosniceru, le porcellane artistiche dipinte a mano delle sorelle Wagner e le ceramiche di Horezu con i maestri Cristina e Laurentiu Pietraru.


01-w320In programma anche un reading delle poesie di Mihai Eminescu, un'esposizione di fotografia interbellica e di costumi tradizionali rumeni. Gli scambi culturali nella storia tra Romania e Italia e la realtà turistica del Paese dei Carpazi, saranno al centro di altri appuntamenti sempre programmati per la serata inaugurale. Il sindaco Gianni Giovannelli, presente all'incontro con i giornalisti, ha sottolineato l'importanza di un'iniziativa che "getta un ponte tra Olbia e la Romania favorendo la reciproca conoscenza e lo sviluppo di relazioni interessanti sotto vari aspetti: culturale, sociale ed economico". Lo scambio culturale è bilaterale: dal 2 al 4 dicembre a Bucarest si svolgerà una manifestazione gemella del tutto simile a quella olbiese intitolata "Sardegna coro meu" a cui parteciperà una delegazione di artisti e artigiani sardi. Tutte le mostre rimarranno nel museo fino al 24 luglio, e sarà possibile visitarle dalle 10 alle 13 e dalle 18 alle 21.30. L'evento verrà ripreso integralmente dalla tv rumena.