Regione Sardegna

Bando Unico per l’erogazione di contributi ordinari regionali e comunali a favore dei sodalizi sportivi dilettantistici - Anno 2019

Pubblicato il 15 febbraio 2019 • Sport

L’Amministrazione Comunale informa tutte le società sportive, le polisportive e le associazioni sportive che a decorrere dall’anno 2019 è modificato il sistema di erogazione dei contributi a sostegno dello sport cittadino.

Il Bando Unico Sport Anno 2019 rappresenta una assoluta novità rispetto agli anni passati, poiché concentra in un unico procedimento l’erogazione dei contributi regionali e di quelli comunali, finora distinti sia nella fase della presentazione delle istanze sia in quella dell’erogazione del beneficio economico.

A differenza del passato, almeno per quanto concerne i contributi comunali, per l’ attività sportiva svolta nel corso dell’anno 2019, il PERIODO per la presentazione delle ISTANZE di contributo sarà fissato nei primi mesi dell’anno 2020, dunque a consuntivo, e non più all’inizio dell’anno su base previsionale.

Tale modifica semplificherà il procedimento poichè l’istanza dovrà contenere non solo la richiesta di contributo, ma anche la documentazione inerente la rendicontazione dell’attività svolta per la quale si chiede l’erogazione del contributo stesso.

Di seguito si riportano i REQUISITI che verranno richiesti alle società sportive,alle polisportive e alle associazioni sportive per poter accedere al Bando Unico Sport Anno 2019, indicando a fianco di ciascuno, qualora presenti, le novità introdotte rispetto ai precedenti: “Bando Comunale Contributi Ordinari Sport” e “Bando Regionale Contributi Sport”. In particolare le società sportive, le polisportive e le associazioni sportive dovranno:

svolgere attività a carattere dilettantistico, (sono esclusi i soggetti che svolgono attività di carattere professionistico) ;

avere sia l’atto costitutivo, che lo statuto e dunque entrambi gli atti regolarmente registrati presso l’Agenzia delle Entrate. (NOVITA’: rispetto al precedente “Bando Comunale Contributi Ordinari Sport”, per il quale era sufficiente la registrazione di uno solo dei due atti);

avere uno statuto i cui contenuti siano conformi alle disposizioni dell’art. 90, co. 18 della L. 289/2002 (NOVITA’ assoluta rispetto ai precedenti bandi);

avere la propria sede nel comune di Olbia;

essere iscritte all’Albo Regionale delle Società Sportive per l’anno di riferimento del contributo (anno 2019) (NOVITA’: rispetto al precedente “Bando Comunale Contributi Ordinari Sport”);

essere affiliate per l’anno di riferimento del contributo (anno 2019) e per i 2 anni antecedenti, al medesimo organismo sportivo riconosciuto dal C.O.N.I. (NOVITA’: rispetto al precedente “Bando Comunale Contributi Ordinari Sport” in quanto gli anni di affiliazione, antecedenti all’anno di riferimento del contributo, vengono ridotti da 3 a 2;

essere titolari di un conto corrente dedicato ai sensi dell’art. 3, comma 7 della legge n.° 136/2010;

avere un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) (NOVITA’ assoluta rispetto ai precedenti bandi).

PERTANTO NON SONO PIU’ NECESSARI I SOTTO RIPORTATI REQUISITI:

Numero minimo di atleti tesserati;

L’organizzazione di almeno due manifestazioni aperte al pubblico (gratuite o a pagamento) nel biennio antecedente l’anno di riferimento del contributo.

Rendiconto economico e finanziario relativo all’anno precedente a quello per il quale si chiede il contributo (previsto dal precedente “Bando Comunale Contributi Ordinari Sport”);

Finanziamenti ricevuti nel triennio precedente a quello di riferimento del bando ( previsto dal precedente “Bando Regionale Contributi Sport”)

Per quanto riguarda l’ASSEGNAZIONE dei PUNTEGGI si mettono in evidenza le principali novità:

Premialità prevista per i SOLI atleti tesserati e regolarmente praticanti l’attività promozionale e federale, RESIDENTI nel Comune di Olbia (NOVITA’: rispetto al precedente “Bando Comunale Contributi Ordinari Sport”, per il quale era prevista una premialità, sia pur con punteggio “ridotto”, anche per i tesserati non residenti ad Olbia);

Premialità prevista a partire dai 3 anni di affiliazione ad un MEDESIMO Organismo Sportivo riconosciuto dal Coni (NOVITA’ assoluta sia rispetto al “Bando Comunale Contributi Ordinari Sport”, che rispetto al “Bando Regionale Contributi Sport”);

Premialità prevista per la partecipazione alle gare in ambito comunale, provinciale, regionale, nazionale ed internazionale (NOVITA’ assoluta rispetto alla concessione dei contributi comunali e dunque al precedente “Bando Comunale Contributi Ordinari Sport”);

Premialità prevista per l’organizzazione nel corso dell’anno 2019 di eventi sportivi RICONOSCIUTI dall’organismo sportivo di appartenenza, con assegnazione di punteggio crescente al crescere del numero e della RILEVANZA locale, provinciale, regionale, nazionale ed internazionale degli stessi (il RICONOSCIMENTO, è una NOVITA’ assoluta rispetto ad entrambi i Bandi. La RILEVANZA costituisce una NOVITA’ rispetto al “Bando Comunale Contributi Ordinari Sport”);

PERTANTO NON VENGONO PIU’ ASSEGNATI PUNTEGGI PER:

Aver svolto progetti con istituti scolastici;

Aver svolto progetti d’inclusione sociale;

Aver coinvolto cittadini in iniziative non rientranti nelle ordinaria attività sportiva;

Avere prodotto ricadute sul sistema produttivo-ricettivo locale,in termini di numero di soggiorni presso le strutture ricettive locali di atleti, tecnici, giudici di gara, etc. in occasione di iniziative non rientranti nelle ordinaria attività sportiva;

Aver organizzato manifestazioni sportive, ad ingresso gratuito;

Aver coinvolto in iniziative, non rientranti nelle ordinaria attività sportiva, atleti tesserati presso altre associazioni sportive, oppure arbitri, assistenti arbitri etc..

Per quanto riguarda la QUANTIFICAZIONE DEL CONTRIBUTO si mette in evidenza la seguente NOVITA’:

E’ riconosciuta a ciascuna società sportiva, polisportiva e associazione sportiva, utilmente collocata in graduatoria, una quota fissa di contributo pari ad €. 257,00, a prescindere dalla valutazione dei requisiti di premialità. (NOVITA’ assoluta rispetto alla concessione dei contributi comunali e dunque al precedente “Bando Comunale Contributi Ordinari Sport”, mentre era già prevista dal precedente “Bando Regionale Contributi Sport”). Mentre la restante quota del contributo da assegnare a ciascun beneficiario sarà calcolata dividendo il totale delle risorse da distribuire per il totale dei punteggi ottenuti da tutte le società sportive, polisportive, associazioni sportive e moltiplicando il quoziente così ottenuto per il punteggio attribuito ad ogni singola società sportiva, polisportiva, associazioni sportiva, secondo la seguente formula:

Cs

Ca = -------------- X Pa

Pt

Laddove: = Ca = contributo da erogare ad ogni singola società/polisportiva/ associazione sportiva;

Cs = contributo stanziato

Pt = totale dei punteggi conseguiti dalle società/polisportive/ associazioni sportive;

Pa = punteggio ottenuto da ogni singola società/polisportiva/ associazione sportiva.

Per quanto attiene la RENDICONTAZIONE essa dovrà essere composta dai seguenti documenti:

a) Una relazione finale sull’attività svolta;

b) Un rendiconto economico-finanziario anno 2019 regolarmente approvato dall’/dagli organo/i dell’associazione e corredato del verbale di assemblea durante il quale è stato approvato, così come richiesto dalla normativa vigente (art. 90, co. 18 lett. f), L. 289/2002) (NOVITA’ assoluta sia rispetto al “Bando Comunale Contributi Ordinari Sport”, che al “Bando Regionale Contributi Sport”);

c) una dichiarazione sostitutiva di certificazione, resa ai sensi del D.P.R. 445/2000, che specifichi quali, tra i documenti della spesa indicati nel rendiconto economico-finanziario presentato, giustifichino l'erogazione del contributo comunale assegnato, con l'esplicito impegno a non produrre gli stessi ad altri enti pubblici o privati per il medesimo fine.

d) in via alternativa, uno dei seguenti documenti:

I) - una fideiussione bancaria, o polizza assicurativa fideiussoria, o una fideiussione rilasciata da un Intermediario Finanziario iscritto all'albo di cui all'articolo 106 del decreto legislativo 1° settembre 1993, n. 385, di valore pari all’ammontare del contributo assegnato, rilasciata a favore dell’Amministrazione Comunale a garanzia della somma da erogare, contenente:

l’espressa rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all’eccezione di cui all’art. 1957, comma 2 del C.C. e la sua operatività entro 15 gg. a semplice richiesta scritta dell’Ente;

validità almeno annuale a decorrere dalla data di presentazione della documentazione di cui alle precedenti lettere: a), b) e c).

oppure:

II) – copia delle fatture, delle ricevute fiscali e degli altri documenti di spesa, che devono:

coincidere con quelli indicati nella dichiarazione di cui alla precedente lett. c);

essere in regola con la normativa fiscale;

essere regolarmente quietanzati, nei casi e nei limiti consentiti dalla legge per la rimessa diretta, o accompagnati, negli altri casi, da copia dell’estratto conto bancario o postale che ne attesti l’avvenuto pagamento. Al fine di assolvere agli obblighi sulla tracciabilità dei movimenti finanziari previsti dall’art. 3, co. 7, della legge 136/2010, tutti i pagamenti devono pervenire dal conto corrente dedicato dal beneficiario ad introitare contributi pubblici.

e) copia della rassegna stampa e del materiale pubblicitario eventualmente prodotto (locandine, inviti, cataloghi, ecc.).

La richiesta di RENDICONTAZIONE, con i relativi allegati, costituisce una NOVITA’ assoluta rispetto al “Bando Regionale Contributi Sport”.

Da ultimo, si segnala la seguente ultima NOVITA’:

non è più richiesta l’applicazione della/e marca/marche da bollo nei confronti di tutte le associazioni e società sportive dilettantistiche, senza scopo di lucro , riconosciute dal CONI (ai sensi della legge n. 145 del 30 dicembre 2018 (c.d. legge di bilancio 2019) per qualsiasi tipologia di atto che le riguardino, come ad esempio: richieste, istanze, contratti, etc.

Olbia,

L’Assessore allo Sport

Silvana Pinducciu