Regione Sardegna

Sul Filo del Discorso – Rassegna Letteraria “Primavera con gli Autori” VI edizione

Pubblicato il 9 marzo 2019 • Comunicati Stampa , Cultura

La rassegna letteraria “Primavera con gli Autori”, organizzata dalla Biblioteca Civica Simpliciana e promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Olbia, giunge quest’anno alla sesta edizione. Prenderà il via il 14 marzo per concludersi il 24 maggio. Tutti gli appuntamenti avranno inizio alle ore 18,30 e si svolgeranno nella Sala Conferenze “Alfonso De Roberto” della Biblioteca Civica, piazzetta Dionigi Panedda nr. 3.

«L’iniziativa mira a rafforzare il ruolo della Biblioteca Civica quale istituzione al servizio del cittadino e, quindi, come centro di promozione della lettura e di attività culturali. – afferma l’assessore alla cultura Sabrina Serra - La rassegna fa parte della manifestazione “Sul Filo del Discorso” che è volta alla promozione della lettura, strumento fondamentale per accrescere la cultura, la conoscenza e la consapevolezza all’interno della nostra comunità».

L’iniziativa che sarà organizzata e realizzata nel corso del 2019 prevede il progetto “Deportati Sardi al tempo della Shoa”, recentemente messo in scena in collaborazione con l’Istituto Tecnico Dionigi Panedda di Olbia, l’organizzazione e realizzazione di laboratori di lettura e scrittura per bambini e ragazzi anche in lingua straniera, la realizzazione di laboratori creativi in collaborazione con il Liceo Artistico Fabrizio De Andrè di Olbia, la VII edizione della Rassegna Letteraria “Sul Filo del Discorso”, la VII edizione della Rassegna Letteraria “Incontri d’Autunno”, il “Premio letterario Città di Olbia” ormai giunto alla VI edizione, gli incontri del Tè Letterario in collaborazione con l’Associazione Amici della Biblioteca, il progetto Bebè a costo Zero in collaborazione con l’Associazione Feminas Onlus.

La prima serata di “Primavera con gli Autori”, organizzata in collaborazione con l’Archivio Mario Cervo, vedrà come protagonista Mauro Palmas che insieme ai suoi musicisti racconterà se stesso ed il suo nuovo Cd book dal titolo “Palma de Sols”. Un lavoro appena uscito per l’etichetta Squilibri grazie a un portentoso crowdfunding, che ha puntato sull’artista cagliaritano e sul dream team che è stato messo insieme per realizzare l’opera. Un piccolo gioiello curato in ogni minimo particolare.

Venerdì 15 marzo la giornalista Brunella Lottero presenterà “Fratello senza peccato”, la storia vera della lunga amicizia fra Filippo Mariotti, fattore de l'Agnata, e Fabrizio De André. Un libro- intervista che vuole sciogliere come neve al sole tutti gli stereotipi che si sono creati intorno alla figura del grande Fabrizio, amico fragile di Filippo che, dal sequestro in poi, diventa il suo angelo custode. Un libro che in realtà ha scritto Filippo per l'amico suo più caro. L'autrice dialoga con Filippo Mariotti, modera Gerardo Ferrara mentre la parte musicale: “Sulla cattiva strada. In cammino tra le storie e i canti di Fabrizio De Andrè”, sarà a cura di Gerrado Ferrara (voce) e Tonino Macis (chitarra).

Nei successivi appuntamenti la Rassegna presenterà: “Maria Efisia Meloni” con il saggio dal titolo “Il Lavoro Negato” di Maria Efisia Meloni e Nereide Rudas. Un’indagine focalizzata sul coinvolgimento emotivo delle persone nell'intrecciarsi e sovrapporsi dell'esperienza di “chi-non-è-nel-lavoro". Dall'analisi delle risultanze scientifiche dei test somministrati (MMPI, MMPI-2, BDI, BPRS, STAI) nel corso di una ricerca pluriennale svoltasi in Sardegna, emerge un’immagine saliente che delinea le caratteristiche strutturali delle personalità di coloro che, nel percorso di vita, si ritrovano nella deprivazione lavorativa.

Francesco Pala con il suo ultimo romanzo dal titolo D.D.R. Dominio della difesa, un’impeccabile ricostruzione storica che ci conduce nella grigia Berlino degli anni ’80, dipingendo con pennellate plumbee un racconto di sogni taciuti, amori silenziosi e desideri di fuga, chiusi dentro l’orizzonte di un Muro invalicabile che segna il confine tra la Germania comunista e la vita.

Seguirà la presentazione del libro “Le voci ritrovate”, volume curato dai professori Ignazio Macchiarella (Università di Cagliari) ed Emilio Tamburini (Homdoldt-Universitat zu Berlin) e dedicato al ritrovamento di registrazioni di prigionieri italiani durante il periodo della Grande Guerra. La serata è organizzata in collaborazione dell’Archivio Mario Cervo e dell’Istituto superiore regionale etnografico (ISRE).

“Luce degli addi” di Eliano Cau, un romanzo di fantasia sullo sfondo del XVIII secolo, in una Sardegna remota fra il Barigadu e la Mandra Olisày imperniato su due figure principali: padre Benedetto Loy e Cipriana Podda.

La rassegna si concluderà il 24 maggio con “Parliamo di parolacce senza dire le parolacce” di Mario Cottarelli, un libro che offre un'attenta analisi storica e sociale per rispondere a queste domande: perché diciamo le parolacce? Vizio, abitudine, sfogo, compensazione?

«Spesso non ci facciamo più caso, sia nel dirle che nell'ascoltarle. Invece esistono ragioni profonde che possono condizionare il nostro eloquio, spingendoci a dire in modo aggressivo, triviale ciò che potremmo benissimo esprimere attraverso un lessico privo di tali cadute» afferma l’autore.