Piano Urbano della Mobilità Sostenibile. Inizio dei rilievi e indagini su strada.

Pubblicato il 19 luglio 2023 • Comunicati Stampa , Mobilità

L’Amministrazione comunale sta predisponendo il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS), importante strumento per pianificare azioni volte al miglioramento della qualità della vita di chi vive a Olbia.

«La nostra è una città che ha al centro le persone e questo strumento consente di renderla ancora più vivibile ed accessibile, grazie a spostamenti quotidiani più fluidi. – afferma il sindaco Settimo Nizzi -  Sono questi i principali obiettivi che vogliamo raggiungere, assieme a servizi di trasporto collettivi più efficienti, una migliore connessione con le zone esterne alla città e una migliore qualità dell’ambiente».

Il PUMS pone al centro gli spostamenti delle persone non focalizzandosi più sulle automobili, come avveniva in passato. Il Piano è inserito nei più importanti documenti di indirizzo della Commissione Europea in tema di trasporto quale strumento per il raggiungimento dei target europei di riduzione delle emissioni di CO2, rumore, inquinamento e incidenti.

Per la redazione del Piano è centrale la partecipazione pubblica che avviene attraverso sondaggi su strada e online, così che si possa procedere partendo delle reali esigenze dei cittadini. Il lavoro viene portato avanti dalla società Sintagma Ingegneria, incaricata di redigere il progetto.

La prima parte si svolgerà da mercoledì 19 luglio sino a venerdì 8 agosto, con le interviste ai commercianti, l’analisi dell’offerta e della domanda di sosta nelle aree di parcheggio e il conteggio dei flussi di traffico. Due rilevatori intervisteranno agli esercenti sulla logistica per capire come viene gestito l’accesso al negozio di merci e utenti e poter studiare, quindi, come pianificare al meglio la mobilità di contorno.

Mercoledì 19 saranno inoltre attivate le telecamere e i radar che consentiranno di rilevare i flussi di traffico in ingresso e in uscita dalla città, dal 19 al 24 luglio e dal 2 all’8 agosto. Le apparecchiature, attive 24 ore al giorno, sono in grado di visualizzare velocità e intervallo temporale tra un passaggio e l’altro dei veicoli, oltre che conteggiare e classificare il flusso veicolare. Tutte le informazioni acquisite consentiranno di pianificare interventi immediati o a medio e lungo periodo più adatti alle esigenze del traffico e degli utenti della strada. In autunno tali indagini saranno ripetute e, a quelle descritte, si aggiungeranno le interviste agli automobilisti sull’origine e destinazione dei loro spostamenti quotidiani. Saranno condotte assieme alla Polizia Municipale e consentiranno di raccogliere altre informazioni utili sulle abitudini quotidiane di chi vive e si sposta quotidianamente in città.