Regione Sardegna

Scuola: affidati tre progetti per la riqualificazione e l’ampliamento di altrettanti plessi scolastici di Olbia

Pubblicato il 16 gennaio 2019 • Comunicati Stampa , Scuola

«Oggi è una giornata importante: abbiamo affidato altri tre progetti che risolveranno carenze strutturali di alcune nostre scuole». Così si esprime l’Assessore alla Pubblica Istruzione Sabrina Serra e prosegue: «I progetti riguardano gli ampliamenti di tre plessi scolastici frequentati da tantissimi bambini e doteranno le scuole di laboratori, mensa e palestra. Si creerà inoltre un nuovo polo per l’infanzia».

Il Comune di Olbia è stato tra i tre vincitori del bando, tra tutti i progetti presentati in Sardegna. Verrà realizzato un polo dell’infanzia, con la costruzione di un asilo nido, e l’ampliamento della scuola elementare di Isticadeddu. Il polo per l’infanzia, dedicato ai bambini da 0 a 6 anni, permetterà la verticalizzazione dell’offerta formativa.

Altro progetto riguarda l’Ettore Pais, dove verrà ampliato una parte del secondo piano: questo permetterà alla scuola di avere di nuovo i suoi laboratori, oggi occupati da aule per poter ospitare tutti gli alunni iscritti.

Il terzo progetto riguarda la realizzazione di una mensa e di una palestra nella scuola di Via Vignola. L’edificio ospita attualmente più di mille bambini che fino ad oggi sono stati costretti a consumare il pranzo in classe. Con questo progetto gli spazi verranno adeguati a quel numero di alunni.

«Si tratta di tre progetti molto importanti, particolarmente attesi dal corpo docente, dagli alunni e dalle loro famiglie, che daranno a queste tre strutture respiro con spazi adeguati e giusti alla didattica. L’azione di riqualificazione delle nostre scuole non finisce qui, stiamo continuando a partecipare a nuovi bandi per proseguire con la riqualificazione di altri edifici scolastici. La nostra città, i nostri bambini, le nostre famiglie meritano queste risorse e questi interventi. Il nostro impegno su questo fronte è finalizzato ad avere una scuola sempre più moderna, al passo con i tempi, capace di accogliere le gioie, le energie, le speranze e la voglia di fare e crescere delle nostre nuove generazioni» conclude la Serra.