Tributo Sui Servizi Indivisibili (Applicata dal 2014 al 2019)

Ultima modifica 11 giugno 2021

  • Nel Comune di Olbia la TASI è stata pagata solo nell'anno 2019

  • Dal 2020 la TASI è stata soppressa definitivamente


I Servizi Indivisibili

Sono le attività dei Comuni che non vengono offerte “a domanda individuale”, come è dato per esempio nel caso degli asili nido o del trasporto scolastico. Si tratta, quindi, di una serie di servizi molto ampia, come per esempio l'illuminazione pubblica,la sicurezza, l'anagrafe, la manutenzione delle strade e tanti altri ancora.

Presupposto della TASI

E' il possesso o la detenzione a qualsiasi titolo di fabbricati (esclusa l'abitazione principale e le sue pertinenze),  di aree edificabili, come definiti ai sensi dell'IMU, ad eccezione, in ogni caso, dei terreni agricoli.

Base Imponibile

  • E' la stessa prevista per l'applicazione dell'IMU.
  •  Le abitazioni principali di categoria da A2 a A7 e le pertinenze classificate nelle categorie C6, C2 e C7, una per ciscuna categoria catastale, sono esenti dal pagamento della TASI.  
  • L'esenzione vale anche per il detentore che utilizza l'immobile a qualsiasi titolo come prorpria abitazione principale.

Chi Paga

  • Il tributo deve essere versato dal possessore (proprietario o titolare di diritto reale di godimento) e dal detentore a qualsiasi titolo, di fabbricato e di aree edificabili.
  • La quota a carico del detentore è il 10% dell'imposta complessivamente dovuta, la restante parte (90%) è dovuta dal possessore.
  • In caso di detenzione temporanea non superiore a sei mesi nel corso dello stesso anno solare, la TASI è dovuta soltanto dal possessore dei locali e delle aree a titolo di proprietà o di diritto reale di godimento.

Quando e Come si Paga

Le scadenze per il versamento sono fissate in 2 rate:

  • Acconto o Unica Soluzione 17 giugno 2019
  • Saldo 16 Dicembre 2019

Il versamento è effettuato in autoliquidazione tramite modello F24.

Nel Comune di Olbia gli immobili che pagano l'IMU con aliquota ordinaria, pari al 10,60 per mille , non devono pagare la TASI (art.1, comme 640, legge 27/12/2013 n.147)

Modalità di versamento TASI

l versamento della prima rata , pari al 50% dell'imposta dovuta, deve essere effettuato entro il 16 giugno.
La seconda rata costituirà saldo dell'imposta dovuta per l'intero anno, con eventuale conguaglio sulla prima rata, il versamento deve essere effettuato entro il 16 Dicembre.

Il pagamento deve essere effettuato, utilizzando il modello F24 con i codici di seguito riportati: 

Codici TASI e Descrizione

  • G015 Codice Comune
  • 3961 Altri Fabbricati
  • 3960 Aree Fabbricabili
  • 3959 Fabbricati Rurali ad Uso Strumentale

In sede di compilazione del modello F24 i suddetti codici tributo sono esposti nella sezione " SEZIONE IMU E ALTRI TRIBUTI LOCALI" in corrispondenza delle somme indicate esclusivamente nella colonna "importi a debito versati" con  le seguenti indicazioni:

  • nello spazio "Codice Ente/Codice Comune" è riportato il codice catastale del comune nel cui territorio sono situati gli immobili;
  • nello spazio "Ravv." barrare la casella se il pagamento si riferisce al ravvedimento;In sede di compilazione del F24 nella "SEZIONE IMU E ALTRI TRIBUTI LOCALI":
  • nello spazio "Acc." barrare se il pagamento si riferisce all'acconto;
  • nello spazio "Saldo" barrare se il pagamento si riferisce al saldo. Se il pagamento è effettuato in unica soluzione per acconto e saldo, barrare entrambe le caselle;
  • nello spazio "Numero Immobili" indicare il numero degli immobili (massimo 3cifre)
  • nello spazio "Anno di riferimento" deve essere indicato l'anno d'imposta cui si riferisce il pagamento. Nel caso sia barrato lo spazio "Ravv." indicare l'anno in cui l'imposta avrebbe dovuto essere versata.

Si precisa che in caso di ravvedimento le sanzioni e gli interessi sono versati unitamente all'imposta dovuta.

Il versamento non è dovuto se l'imposta annua da versare non è superiore a € 12,00. Se gli immobili si trovano in comuni diversi, i versamenti devono essere distinti; deve però essere fatto un unico versamento per tutti gli immobili posseduti nello stesso comune.